FontanaArte è stata fondata nel 1932 dall’arch. Gio Ponti come divisione artistica della società Luigi Fontana, allora azienda leader nella seconda lavorazione del vetro.
L’attività fu contraddistinta inizialmente dalla realizzazione di vetrate artistiche, molte delle quali ancor oggi sono elemento funzionale e decorativo di chiese e cattedrali, fra le quali si possono ricordare il Duomo di Milano e la cattedrale di Brasilia.
L’arch. Ponti, utilizzando il vetro, si rese conto delle enormi possibilità che questo materiale offriva in chiave di progettazione per la realizzazione di complementi d’arredo per interni. Spinto da questa intuizione iniziò a progettare ed a far produrre mobili, lampade, oggetti, con il vetro come elemento caratterizzante, tanto da costruire in breve tempo una vera collezione da poter commercializzare, oltre ad usare questi prodotti negli arredamenti di molte case importanti da lui progettate.
Cresce così l’immagine di FontanaArte legata al vetro ed al design interpretato oltre che da Gio Ponti anche da un’altro architetto dell’epoca da lui chiamato a collaborare: Pietro Chiesa.
La crescita della società in quegli anni è notevole, sino a quando un importante gruppo internazionale, acquistando la Luigi Fontana, acquista la FontanaArte.